AVETRANESI ALLA RIBALTA

Immagine pagina

Ci sono alcuni nostri illustri concittadini, magari poco conosciuti, che tengono alte le origini avetranesi operando fuori dagli abituali confini. In questa sezione vogliamo ricordare e dare lustro a coloro che a nostro parere si stanno mettendo in evidenza e si sono particolarmente distinti in campo culturale, sociale, scientifico e militare. .

 

LEONARDO LASERRA INGROSSO, musicista vincitore del Concorso Nazionale per l´insegnamento di Armonia e Contrappunto nei conservatori di Musica di Stato, dal 2002 ricopre, col grado di Colonnello, la carica di Direttore della Banda Musicale della Guardia di Finanza. Nel corso della sua carriera ha diretto numerosi concerti e si è più volte esibito come pianista accompagnatore in formazioni musicali di vario tipo. Ha preso parte, come giurato, a importanti concorsi nazionali musicali in collaborazione con alcune note case editrici ed è anche autore di diversi trattati di Armonia e Contrappunto.

 

BIAGIO SARACINO medico chirurgo e neurologo, opera presso l’Ospedale “M. Giannuzzi” di Manduria, ma con una innata passione per la letteratura e il teatro. Poco più di un anno fa ha conseguito anche la Laurea in Lettere Moderne. Dal 1986 al 1991 ha diretto in Avetrana una filodrammatica amatoriale con la quale ha rappresentato diversi testi in vernacolo. Attualmente collabora con una filodrammatica di Manduria. E’ autore di alcuni testi teatrali rimasti inediti. Si è poi cimentato con la poesia e la narrativa. Nel 2000 pubblica il suo primo romanzo “All’ombra dei silenzi”, cui seguiranno due libri di carattere storico “Lo snodo ferroviario negato ad Avetrana” e “Aristodemo Marasco”. Un secolo di storia avetranese”, quindi il romanzo “Il cembalo di Caira” e ultimissimo in ordine di tempo “Lu Sciatucuaffettuoso tributo all’indimenticabile foglio satirico avetranese (fondato nel 1952) che egli diresse negli anni ’90. Quindi altri due romanzi: “All‟ombra dei silenzi” e “Negli occhi del nulla” e infine l’autobiografico I trucioli di via Solferino, 2012.

 

PIETRO SCARCIGLIA ispettore onorario della Soprintendenza di Taranto già presidente dell’associazione Archeoclub di Avetrana ora vice invece nell’ass. Terra della Vetrana. Appassionato di speleologia, archeologia e botanica è’ stato coautore dei volumi “Avetrana,rideterminazione del territorio” 1995, “ Avetrana storia e territorio” 1998 e come coautore di Bonaventura Sicara un erudito avetranese del XVIII secolo” 2007 e “Cronologia commentata sulla questione di Torre Columena” (2013) Attualmente sta curando altri lavori di prossima uscita. Ha collaborato a diverse mostre documentarie. Ispettore Onorario della Soprintendenza dei BB.CC..

 

BRUNO LEO docente di Lettere in congedo, con la passione per la storia patria che lo hanno visto, e lo vedono, impegnato in ricerche inerenti la storia, la cultura e ilterritorio avetranese grazie alle quali ha collaborato alla stesura del volume Avetrana, storia e territorioedito nel 1998. Abile fotografo, il click fotografico è la sua seconda grande passione, ha saputo fermare nei suoi fotogrammi alcuni particolari momenti che hanno contraddistinto la storia avetranese nell’ambito sociale, culturale ,scolastico, politico. Negli anni ’70 fonda e dirige anche la filodrammatica “L.Pirandello” con la quale porta in scena diversi lavori in vernacolo del celebre commediografo leccese Raffaele Protopapa.

 

Don BATTISTA PEZZAROSSA sacerdote, docente presso l’Istituto Teologico Diocesano, studioso di storia patria ha prodotto diverse monografie su Avetrana: Chiese e cappelle - Avetrana tra„800 e „900 - Clero e società in Avetrana tra XVI e XIX secolo e, cronologicamente ultimo, Torre Colimena e la parrocchia dell‟Annunciazione. Alla sua opera storiografica va il merito di una costante e continua ricerca delle radici storiche di Avetrana.

 

ROBERTO SCARCIGLIA poeta insignito di diversi riconoscimenti: nel 1996 è vincitore di due medaglie d’argento per Poesia e Narrativa al concorso internazionale NEAPOLIS. Nel 1997 gli viene conferito il titolo di Cavaliere dell’arte. Nel 1998 pubblica la sua prima raccolta dal titolo: “Pensieri ed emozioni” dove poesia e prosa si fondono in una profonda sensibilità.

 

SERENA GRANDE ha conseguito il dottorato in Lettere: da subito avverte uno speciale feeling con l’arte della poesia. La sua opera prima dal titolo “Il cielo dell‟anima” (2004) è una raccolta poetica tutta intrisa di religiosità, ma anche di riflessioni e sensazioni personali.

 

LEONARDO GIUSEPPE LASERRA giovane autore anch’egli ha subìto molto presto il fascino dell’arte poetica. Nel 2004 pubblica e presenta la sua prima collana di poesie dal titolo “ Ali libere” da cui traspare un forte impegno umano e civile. E’ del 2005 invece la sua seconda raccolta poetica dal titolo “Impressioni e Sentimenti”.

DON COSIMO LANZO nasce in Avetrana nel 1934. Nel 1952 si trasferisce a Napoli e nel 1959 viene ordinato sacerdote. Formatosi culturalmente presso l´Istituto dei PP. Rogazionisti consegue  la Laurea in Teologia e successivamentre anche quella in Lettere, in Scienze dell´Educazione e in Lingue. Docente in congedo di Lettere e Filosofia. Pubblicista e collaboratore culturale de L´Osservatore Romano. Ispettore Onorario dei BB.CC.  

LUIGI COSMA medico chirurgo, nato nel 1947 risiede a Torino. Entrato giovanissimo nel seminario dei PP. Rogazionisti in Oria prosegue poi la sua formazione culturale a Subiaco e poi negli studentati di Firenze e Messina. Nel1966 lascia l’ambiente religioso e si trasferisce a Torino dove si iscrive alla facoltà di Medicina. Nel 1972 consegue la Laurea in Medicina e Chirurgia e qualche anno dopo la specializzazione in Urologia. Dapprima volontario all’AVIS inizia la sua brillante carriera  presso l’ospedale “S.Anna” e poi al presidio ospedaliero “Martini” di Torino. Dal 2002 al 2013 è primario presso l’ospedale “E. Agnelli” di Pinerolo.

ANTONIO NIGRO direttore didattico, da qualche tempo in congedo dall’attività scolastica, risiede attualmente a Perugia. La sua pluriennale carriera didattico-dirigenziale lo ha portato a dedicarsi anima e corpo alla scuola. Rilevante anche il suo impegno politico sociale: nel 1978 viene eletto consigliere comunale. In prima fila nella lotta antinucleare nel 1983 è nuovamente eletto alla carica di consigliere con la formazione del Comitato Antinucleare Avetrana. Nel 2008 ha pubblicato, frutto della sua esperienza didattica un volume dal titolo “La casa dell’Essere”.

SALVATORE LUIGI BALDARI  studente all’ultimo anno del LiceoScientifico “G.Galilei” di Manduria con l’innata passione per l’epica classica.Da ciò ne ha tratto la sua opera prima: “Basileus. L’Alleanza” presentata al pubblico di recente nei locali della Biblioteca Civica. Nel febbraio di quest’anno ha presentato la sua seconda opera: “Basileus. La ribellione”

 DONATO MARASCO  avetranese classe 1962, compiuti i suoi primi studi presso il Liceo Scientifico “Galilei” di Manduria, dopo la breve esperienza di studio alla facoltà di Scienze Biologiche dell’università di Lecce, entra nell’Accademia Militare di Modena dove completa il suo iter di formazione culturale  e militare.  Col grado di Colonnello attualmente ricopre l’incarico ci direttore del sacrario militare di Bari.