NEWS

allegati

11-12-2017

 

allegati

05-12-2017

 

allegati V. Avviso allegato

04-12-2017

 

allegati

22-11-2017

 

allegati

21-11-2017

 

allegati

15-11-2017

 

allegati

14-11-2017

 

allegati

24-10-2017

 

allegati

24-10-2017

 

allegati

17-10-2017

 

allegati

17-10-2017

 

allegati

29-09-2017

 

allegati

22-09-2017

 

allegati

22-09-2017

 

allegati

20-09-2017

 

allegati

19-09-2017

 

allegati

19-09-2017

 

allegati

19-09-2017

 

allegati

18-09-2017

 

allegati

14-09-2017

 

allegati

11-09-2017

 

allegati

04-09-2017

 

allegati

28-08-2017

 

allegati

Il richiedente o un familiare possono presentare la domanda presso il Segretariato Sociale di uno dei Comuni dell’Ambito, e la selezione dei beneficiari del servizio sarà effettuata con le modalità previste nel regolamento. I moduli fac-simile per la partecipazione alla selezione sono reperibili presso la sede dell’Ambito in Via g. Pacelli, 3 Manduria (TA), presso il Segretariato Sociale dei Comuni dell’Ambito          

[v.allegato], presso gli ambulatori dei medici di famiglia, le farmacie del territorio di riferimento.

 

20-08-2017

 

allegati

16-08-2017

 

allegati

16-08-2017

 

allegati

15-08-2017

 

allegati

01-08-2017

 

allegati

19-07-2017

 

allegati

14-07-2017

 

29-06-2017

 

allegati

29-06-2017

 

allegati

23-06-2017

 

allegati

19-06-2017

 

15-06-2017

 

allegati

12-06-2017

 

allegati

Per il Comune di Avetrana sono stati approvati 2 progetti:  Avetrana con i Minori, che prevede n°4 volontari  di cui  n°1 Volontario con bassa scolarizzazione e n°3 Volontari con diploma di Scuola Secondaria Superiore;  Avetrana con i Cittadini, che prevede n°6 volontari – n°1 Volontario con bassa scolarizzazione e n°5 Volontari con diploma di Scuola Secondaria Superiore.  E´ possibile presentare una sola domanda e per un solo progetto, pena l´esclusione.

29-05-2017

 

allegati


Ma riepiloghiamo in breve le varie ipotesi: A depuratore nella zona Urmo Belsito con condotta sottomarina dei reflui depurati in tab. 1 e senza riutilizzo dell’acqua depurata;  La A, ovviamente non la vuole nessuno, da anni si fanno lotte e manifestazioni contro lo scarico a mare; alla B si oppongono, maggiormente, i vicini avetranesi perchè il depuratore sorgerebbe troppo vicino alle case di villeggiatura di quella zona; la C piace ad Avetrana ma non piace a tanti altri, tra cui il movimento Meetup Manduria 5 Stelle  che in un comunicato stampa ebbero a dire che “con la nuova allocazione del depuratore in contrada Serpenti, lo scarico emergenziale è previsto nel Canale De Lu Rizzo collegato sotterraneamente con la foce del Fiume Chidro, che ricordiamo essere Riserva Naturale Regionale. Per noi questa proposta è totalmente inaccettabile finché ci sarà quel tipo di recapito che, giusto per ricordare, minaccia seriamente l’area sorgentizia del Chidro”. Non era favorevole alla C neanche il Comitato Noscaricoamare che in un comunicato esprimevano “ampia perplessità dell’allocazione del depuratore e delle relative opere annesse nell’area di grande pregio naturalistico e vitivinicolo Serpenti”. Non piaceva la C neanche a Legambiente Manduria che nel comunicato scriveva che “questa proposta è sicuramente, di gran lunga, la peggiore fra tutte le ipotesi fino ad ora formulate…L’area individuata come nuovo sito del depuratore (monte dei Serpenti) si trova circondata da innumerevoli vincoli paesaggistici ed ulteriori contesti…Inoltre la bellezza incomparabile e l’unicità di tutta quella zona (ripeto una delle più pregevoli di questa parte del Salento) la rende inidonea ad essere utilizzata per questo scopo…Se si dovesse scegliere questo nuovo sito, risulta evidente che i rischi di ricorsi al Tar da parte di più di qualcuno, sono molto alti e concreti con un’inevitabile allungamento dei tempi per la realizzazione del depuratore per Manduria”. Assolutamente  contrari all’ipotesi C anche i produttori del vino Primitivo tra cui Bruno Vespa e il Consorzio di Tutela del Primitivo il cui Presidente scriveva in un comunicato che “avendo appreso dagli organi di stampa e dai resoconti dei Consigli Comunali di Avetrana e Manduria della nuova proposta di allocare il depuratore consortile in contrada Serpenti, esprimo la propria totale contrarietà a tale soluzione in quanto proprio in quella zona sono sorte aziende vitivinicole di particolare pregio, il cui sviluppo futuro sarebbe fortemente ostacolato dalla presenza del depuratore e delle opere annesse”. La D e la E vengono bocciate dalla Regione per vincoli insormontabili.

12-05-2017

 

allegati

10-05-2017

 

allegati

08-05-2017

 

allegati

05-05-2017

 

allegati

01-05-2017

 

allegati

28-04-2017

 

allegati

07-04-2017

 

allegati

17-03-2017

 

allegati

13-03-2017

 

allegati

10-03-2017

 

allegati

10-03-2017

 

allegati

06-03-2017

 

allegati

Manifestazione  ieri, 4 aprile, sotto la sede della Prefetturadi Taranto degli LSU della provincia di Taranto. Lavoratori che da anni operanonegli enti locali, rendendo servizi ai cittadini e svolgendo attività di variotipo importanti per la comunità. “Sitratta di una platea delicata – afferma il segretario generale della CGILdi Taranto, Paolo Peluso – per cui daanni non si trovano risposte strutturate che siano in grado di riscattarlidalla loro condizione.

Gli LSU al servizio della Pubblica Amministrazione sonoinfatti unità lavorative indispensabili provenienti dall’ampia schiera dilavoratori in mobilità o disoccupazione di lunga durata, per cui la CGIL e laFunzione Pubblica CGIL da tempo chiedono un riconoscimento di dignità.

Riconoscimento per cui lo stesso Ministero del Lavoro si eraimpegnato con una convenzione siglata un anno fa (4 aprile 2016) e su cui giànel 2013 era intervenuta una Legge per il superamento della precarietà.

Oggi per le 161 unità dislocate in 21 Comuni del territorio itempi però si fanno stretti, considerato anche che la Corte dei Contiesattamente un anno fa, proprio a fronte dell’intendimento nazionale, avevaconsiderato illegittime le Convenzioni che i Comuni predisponeva ogni anno perl’occupazione degli LSU spronando le amministrazioni a procedere allestabilizzazioni.

Il piano di incentivazione predisposto dalla Regione Puglia(2.574.239,17 euro da parte del Ministero del Lavoro e 1.000.000,00 – ndr) almomento però non avrebbe prodotto nessun risultato. Gli enti locali continuanoa giudicare le risorse esigue rispetto ad una stabilizzazione reale e daprotrarre negli anni e continuano a dover fare i conti con il blocco delleassunzioni nelle pubbliche amministrazioni.

Contingenze che hanno indotto la CGIL e la Funzione Pubblicaa interpellare il Prefetto, a cui il sindacato confederale ha chiestol’istituzione di un osservatorio permanente del fenomeno, il superamento attraversoderoghe specifiche del vincolo normativo per le assunzioni nelle PP.AA e che leassunzioni vengano effettuate in deroga al limite generale di spesa delpersonale e al vincolo della riduzione dell’incidenza della spesa del personalerispetto al complesso delle spese correnti.”

05-03-2017

 

allegati

01-03-2017

 

allegati

10-02-2017

 

allegati

09-02-2017

 

allegati

30-01-2017

 

allegati

25-01-2017

 

allegati

24-01-2017

 

allegati

Aprrofondimento….

Dopoaver conseguito la Laurea in Giurisprudenza presso l´UniversitàCattolica del Sacro Cuore di Milano, dal 1967 al 1969 fu borsista presso l´Istituto Luigi Sturzo di Romae successivamente borsista CNR e addetto alleesercitazioni presso l´Università di Salerno“Facoltà di Magistero”. Nel 1972 diventa assistente ordinario presso lacattedra di Storia Moderna della Facoltà di Lettere e Filosofia dell´Universitàdi Salerno e nel 1974 incaricato stabilizzato di Storia del Risorgimento pressola Facoltà di Magistero dell´Università di Salerno. Diviene in seguitoprofessore associato di Storia dell´Europa e del Mediterraneo presso l´Università di Roma La Sapienzae poi professore ordinario di Storia dell´Europa e del Mediterraneo pressol´Università degli studi di Roma Tre.  Hainsegnato in Francia, Gran Bretagna, Spagna ed in numerosi Paesi della riva sud del Mediterraneo. Ha collaborato, tra gli altri, con François Furet, Robert Mandrou e Maurice Agulhon del Collège de France. Hadiretto assieme a Marc Abélès, un gruppo di studio sulterritorio del Politico a Parigi. Ha lavorato presso gli archivi di Lionein Francia riordinando, fra l´altro, i dossier sull´emigrazione italiana. Èstato Direttore Aggiunto di Studi all’École des hautesétudes en sciences sociales di Parigi.È stato responsabile de Il Chiosco rassegna settimanale dellastampa euro-araba e dell´intera regione mediterranea, in onda sul canalesatellitare Rai News 24. Ha fondato e diretto dal 1995al 1997 la rivista di politica e cultura del Mediterraneo Rive. Nel 2003ha coordinato un gruppo di ricerca su un programma dell´Unione europea cui hanno partecipato ricercatori di cinque Paesidella riva sud del mediterraneo (Turchia, Libano, Marocco, Tunisia ed Egitto), che ha preso in esame dal puntodi vista storico e sociologico la struttura dell´organizzazione sociale di taliPaesi. Il lavoro di ricerca è stato pubblicato in un volume dal titolo SocialSecurity in the Mediterranean Focus. An analysis of Five Countries (Roma2000) e successivamente tradotto in francese e in arabo. Ha diretto un gruppo di ricerca con il focussull´immigrazione e sulle esperienze del Mediterraneo culturale. È statodirettore responsabile di MedArabNews, portale di approfondimento politico eculturale su argomenti di interesse per la regione mediterranea e il mondoarabo più in generale. Il prof. Rizzi è il direttore della collana Diwan,edita dalla Castelvecchi Editore, unacollana a cavallo tra saggistica e letteratura, politologia e storia, società ecultura. Negli ultimi tempi curava un blog per il Fatto Quotidianoon-line, dove affronta sempre temi legati alla migrazione, al terrorismo e alMediterraneo in generale. (Questa breve scheda è tratta da Wikipedia)

23-01-2017

 

allegati

20-01-2017

 

allegati

20-01-2017

 

allegati

17-01-2017

 

allegati

08-01-2017

 

allegati

30-12-2016

 

allegati La domanda per la manifestazione di interesse va presentata alla Regione Puglia-Assessorato al Welfare- Sezione Inclusione sociale attiva e Innovazione delle reti sociali a partire dalle ore 12,00 del 15 Dicembre 2016 fino ad esaurimento delle risorse rispettivamente assegnate per Linea di intervento e per Ambito territoriale e comunque entro e non oltre le ore 12.00 del 31 Gennaio 2017. PER INFO & CHIARIMENTI Rivolgersi all´Ufficio Servizi Sociali / Sportello di Segretariato Sociale presente nel comune.

21-12-2016

 

allegati

20-12-2016

 

allegati

14-12-2016

 

allegati

12-12-2016

 

allegati

06-12-2016

 

allegati

22-11-2016

 

allegati

07-11-2016

 

allegati

04-11-2016

 

allegati

Programma:                                                                                                           16,30 raduno nei pressi del piazzale antistante il Comune;                 16,45 Corteo verso il Monumento ai caduti;                                       17,00 arrivo in Chiesa Madre e celebrazione della Santa Messa;         18,00 deposizione Corona Floreale e interventi delle autorità presenti.

04-11-2016

 

allegati

19-10-2016

 

allegati

26-09-2016

 

allegati

09-09-2016

 

allegati

06-09-2016

 

allegati

31-08-2016

 

allegati

26-08-2016

 

allegati

24-08-2016

 

allegati

22-08-2016

 

allegati

10-08-2016

 

allegati

08-08-2016

 

allegati

27-07-2016

 

allegati

25-07-2016

 

allegati

13-07-2016

 

allegati

11-07-2016

 

allegati

05-07-2016

 

allegati

01-07-2016

 

allegati

01-07-2016

 

allegati

27-06-2016

 

allegati

27-06-2016

 

allegati

21-06-2016

 

allegati

20-06-2016

 

allegati

15-06-2016

 

allegati

08-06-2016

 

allegati

07-06-2016

 

allegati

Comune di Avetrana

SETTORE SERVIZI SOCIALI  E PUBBLICA ISTRUZIONE

(PROVINCIA DI TARANTO)

 

A V VI S O

 

LIBRI DI TESTO A.S. 2016/2017

 

Si informa la cittadinanza che la legge 23/12/1998 N. 448 art. 27 e del D.P.C.M. n. 226/2000"Norme per la parità scolastica e disposizioni sul diritto allo studio eall´istruzione" ha previsto un piano straordinario di finanziamento alleRegioni e alle Province autonome, da utilizzare a sostegno delle famiglie, unaspesa per l’acquisto (totale / parziale) dei libri di testo, mediantel´assegnazione di contributo per l’anno scolastico 2015/ 2017. 

Ciò premesso, siritiene di dover fornire le seguenti indicazioni:

1. Le famigliedegli alunni dovranno presentare formale istanza, su appositi stampati che sonodisponibili presso le Segreterie delle Scuole, entro e non oltre la data del27/08/2016, corredata necessariamente da:

·Copia dell´Attestazione I.S.E.E., rilasciata dall´INPS a seguito di presentazione al Comune, ad altroEnte o ad un CAF, della "Dichiarazione Sostitutiva Unica", di cui aimodelli-tipo approvati con D.P.C.M. 05.12.2013, per la richiesta di prestazionesociale agevolata;

 

OPPURE

 

·la dichiarazione sostitutiva unica di cui ai modelli-tipo approvati con D.P.C.M.05/12/2013 (in tal caso l´indicatore I.S.E.E. sarà riportato in seguito d´ufficio).

2. I Capi d´Istituto delle scuole del territorio invieranno ai Comuni di residenza deglialunni, entro il 10/09/2016, le istanze pervenute.

3. I moduli didomanda, corredati delle attestazioni di cui sopra, devono essere presentatiesclusivamente presso la Scuola di appartenenza.

4. Una voltastabilito il riparto in base alle domande presentate, non sarà infatti piùpossibile intervenire per le istanze pervenute in ritardo.

5. Gli importidei libri di testo saranno stabiliti dai Comuni in rapporto alla somma loroassegnata, al numero di istanze ricevute e alle fasce di indicatore dellaSituazione economica.

Come per idecorsi anni possono accedere ai benefici i genitori o gli esercenti la patriapodestà dei minori o gli studenti, se maggiorenni, di nuclei famigliari conI.S.E.E. non superiore ad € 10.632,94, che frequentano le secondarie di 1° e 2° grado – CON REDDITI RIFERITI ALL’ANNO 2015.

Le famiglie dovranno allegare l’attestazione I.S.E.E. (valida) rilasciata dall’INPS o per il tramite di C.A.F.

Per quanto attiene l´accertamento della veridicità delle informazioni fornite rilasciate dai beneficiari, si richiamano le  indicazioni fornite con nota della Regione Puglia n. 34/3902/B1 del 07.06.2000.

                          Il Responsabile  del  Servizio                                  Dr.ssa Rossana Saracino


 

25-05-2016

 

allegati

20-05-2016

 

allegati

18-05-2016

 

allegati

18-05-2016

 

allegati

Ma accanto al classico rituale religioso la festa si dipana in tutta una serie di iniziative con serate dedicate alla musica, (con il concerto di Antonella Ruggero, quello dei ragazzi dell´Ass.ne Armonia delle Sfere e il Concerto Bandistico Città di Veglie) al teatro, alla danza, alla fotografia accompagnate da degustazione di prodotti tipici. Edizione 2017 anche per la manifestazione del "Giglio" d´oro. Tornano infine come è ormai tradizione la sfilata dei carri di grano, la rievocazione del miracolo della giumenta, la ballata dei cavalli e i fuochi piromusicali.

13-05-2016

 

allegati

13-05-2016

 

allegati

13-05-2016

 

allegati

09-05-2016

 

allegati

09-05-2016

 

allegati

04-05-2016

 

allegati

28-04-2016

 

allegati

27-04-2016

 

allegati

22-04-2016

 

allegati

22-04-2016

 

allegati

22-04-2016

 

allegati

18-04-2016

 

allegati

14-04-2016

 

allegati

13-04-2016

 

allegati

06-04-2016

 

allegati

04-04-2016

 

allegati

04-04-2016

 

allegati

29-03-2016

 

allegati

24-03-2016

 

allegati

18-03-2016

 

allegati

15-03-2016

 

allegati

15-03-2016

 

allegati

14-03-2016

 

Con riferimento alla  procedura in corso di espletamento  relativa alla scuola Briganti, si avvisa che l’apertura della gara originariamente prevista per il 08/03/2016 è stata spostata al  10/03/2016 ore 9,30 .

 

IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO

(Ing. Giovanni Leuzzi)

 

09-03-2016

 

allegati

01-03-2016

 

allegati Pioggia di cartelle Arneo, ma i servizi dove sono? In questi giorni, i cittadini avetranesi, proprietari di terreni, aziende agricole o semplici abitazioni in zona marina, hanno ricevuto (o stanno ricevendo) cartelle esattoriali con il codice 630 Arneo recanti la richiesta di pagamento di somme relative ad interventi di bonifica che, francamente, non si capisce dove e quando siano avvenuti. Intanto nei giorni scorsi si sono mobilitate tutte le associazioni di categoria che hanno avuto un incontro con le autorità regionali al fine di ricevere precise istruzioni in merito. La riunione però si è conclusa con un nulla di fatto e senza alcuna decisione. Nella mattinata di oggi intanto è in corso una riunione a Bari presso la sede dell´ANCI, alla quale ha preso parte anche l´Ass. Enzo Tarantino, alfine di individuare la possibilità  di un eventuale ricorso collettivo dei Comuni aderenti al bacino del Consorzio Bonifica Arneo. Ne sapremo di più nei prossimi giorni. Intanto con l’aiuto dell’Avv. Anna Macina, attivista del MeetUp di Erchie, è stato messo a punto un modulo in cui si chiede conto al consorzio dei lavori effettuati sul territorio e del diretto beneficio che né è scaturito. Pertanto tutti coloro che hanno ricevuto cartelle di pagamento possono quindi utilizzare ed inviare a mezzo raccomandata a/r il documento (v.allegato) in forma di autotutela. -

29-02-2016

 

allegati

26-02-2016

 

allegati

Gli elettori residenti all’estero ed iscritti nell’AIRE (Anagrafe
degli Italiani Residenti all’Estero) per il REFERENDUM
ABROGATIVO DEL 17 APRILE 2016 riceveranno come di
consueto il plico elettorale al loro domicilio. Si ricorda che è onere
del cittadino mantenere aggiornato il Consolato circa il proprio
indirizzo di residenza. Opzione voto in Italia
Chi invece, essendo residente stabilmente all’estero, intende
votare in Italia, dovrà far pervenire al consolato competente per
residenza un’apposita dichiarazione su carta libera che riporti:
nome, cognome, data e luogo di nascita, luogo di residenza,
indicazione del comune italiano d´iscrizione all´anagrafe degli
italiani residenti all´estero, l´indicazione della consultazione per la
quale l´elettore intende esercitare l´opzione. La dichiarazione deve
essere datata e firmata dall´elettore e accompagnata da fotocopia di
un documento di identità del richiedente, e può essere inviata per
posta, per telefax, per posta elettronica anche non certificata,
oppure fatta pervenire a mano al Consolato anche tramite persona
diversa dall’interessato ENTRO I DIECI GIORNI SUCCESSIVI
ALLA DATA DI PUBBLICAZIONE DEL DECRETO DEL
PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA DI CONVOCAZIONE
DEI COMIZI ELETTORALI e precisamente ENTRO LA DATA
DEL 26 FEBBRAIO PROSSIMO (con possibilità di revoca
entro lo stesso termine).

24-02-2016

 

allegati

Referendum popolare abrogativo concernente le trivellazioni in mare del 17 Aprile 2016  Opzione esercizio di voto per corrispondenza elettori temporaneamente all´estero   Il 17 aprile 2016 si terrà il referendum popolare abrogativo concernente le trivellazioni in mare.  Esercizio di voto per corrispondenza di elettori temporaneamente all´estero per motivi di lavoro, studio o cure mediche  Gli elettori italiani che per motivi di lavoro, studio o cure mediche si trovano temporaneamente all´estero per un periodo di almeno tre mesi nel quale ricade la data di svolgimento della consultazione elettorale, nonché i familiari con loro conviventi, potranno partecipare al voto per corrispondenza organizzato dagli uffici consolari italiani (legge 459 del 27 dicembre 2001, quale modificata dalla legge 6 maggio 2015, n. 52) presentando al proprio Comune d´iscrizione nelle liste elettorali apposita opzione.  La dichiarazione di opzione, redatta su apposito modello (vedi allegato) e obbligatoriamente corredata di copia di documento d´identità valido dell´elettore, dovrà pervenire all´Ufficio Elettorale del Comune entro i dieci giorni successivi alla data di pubblicazione del Decreto del Presidente della Repubblica di convocazione dei comizi elettorali.  L´opzione può essere inviata per posta, per fax, per posta elettronica anche non certificata, oppure fatta pervenire a mano al comune anche da persona diversa dall´interessato.

19-02-2016

 

allegati

15-02-2016

 

allegati

10-02-2016

 

allegati

02-02-2016

 

allegati

01-02-2016

 

allegati

28-01-2016

 

allegati

Voi che vivete sicuri
nelle vostre tiepide case,
voi che trovate tornando a sera
il cibo caldo e visi amici:

Considerate se questo è un uomo
che lavora nel fango
che non conosce pace
che lotta per mezzo pane
che muore per un sì o per un no.
Considerate se questa è una donna,
senza capelli e senza nome
senza più forza di ricordare
vuoti gli occhi e freddo il grembo
come una rana d’inverno.

Meditate che questo è stato:
vi comando queste parole.
Scolpitele nel vostro cuore
stando in casa andando per via,
coricandovi alzandovi;
ripetetele ai vostri figli.

O vi si sfaccia la casa,
la malattia vi impedisca,
i vostri nati torcano il viso da voi.

 

(PRIMO LEVI, Se questo è un uomo - 1947)







27-01-2016

 

allegati

24-01-2016

 

allegati Martedì 17 gennaio alle ore 19,00  dopo la celebrazione liturgica ci si avvierà in processione con la statua del santo verso il luogo dove avverrà l´accensione del tradizionale falò (largo Parlatano).

15-01-2016

 

allegati

07-01-2016

 

allegati

04-01-2016

 

allegati

04-01-2016

 

allegati

28-12-2015

 

allegati

23-12-2015

 

allegati

01-12-2015

 

19-11-2015

 

allegati

12-11-2015

 

allegati

Con una solenne cerimonia tenutasi mercoledì 4 novembre 2015 alle ore 11,00 presso l’aula magna dell’ Istituto Comprensivo di Avetrana è stato celebrato il 100° anniversario della morte del sotto tenente del Regio Esercito Italiano  Mario Morleo che sacrificò la sua vita da combattente nella I guerra mondiale per un ideale fortemente sentito.

Alla presenza delle autorità militari L.te Fabrizio Viva, civili il Sindaco avv. Mario De Marco e scolastiche il Dirigente Scolastico prof. Valerio Vaglio, e del presidente dell’A.N.B. di Manduria Gregorio Pecoraro è stato scoperto e presentato un busto in gesso,  tributo e doveroso omaggio all’eroe avetranese, che ha contribuito a rendere ancor più suggestiva la manifestazione.

L’artistica opera è stata realizzata con grande perizia e sapiente maestria dal prof. Armando Marasco che ha inteso farne dono alla scuola proprio nel giorno dell’importante ricorrenza.

Nel suo breve intervento il prof. Marasco, non senza una sottile vena di commozione, ha un po’ ripercorso le tappe che l’hanno condotto a tale realizzazione  spiegando come ad attirare la sua attenzione sia stata un’immagine che ritrae il militare in alta uniforme conservata presso la Biblioteca Comunale di Avetrana e che solo dopo un lungo e meticoloso studio è riuscito nell’impresa non facile, ad operare una vera e propria trasposizione da immagine fotografica a scultura: il tutto con dovizia di particolari  pur non avendo a disposizione, elemento questo non da poco, alcun dato relativo alla tridimensionalità del soggetto riprodotto. E’ stato un lavoro certosino, accurato, scrupoloso.

E il risultato è stata un’opera di pregevole fattura in cui l’autore ha mostrato molta cura e attenzione verso i dettagli anche quelli meno appariscenti.  L’obiettivo comune ora è quello di farne in un futuro prossimo una copia in bronzo.

L’evento è stato anche l’occasione per delineare la figura, esaltare gli ideali e il supremo sacrificio del sottotenente Morleo morto in nome della libertà e della patria. Lui giovane studente avetranese e prossimo al titolo accademico viene chiamato al fronte e parte con giovanile ardore patriottico verso un crudele destino di morte. Una breve nota dell’arc. Ferrara a margine dell’atto di Battesimo così lo ricordava: “…ottimo giovine da un ottimo avvenire sorriso, stroncato crudelmente dallo stesso suo eroismo giovanile votato alle fortune della patria. Zagora 28 ottobre 1915…”

 Avetrana da parte sua già in passato aveva omaggiato questo suo valoroso figlio intitolandogli una strada (1955) e l’edificio scolastico di via De Gasperi (1967); nel 2003 inoltre l’Associazione avetranese Archeoclub con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale provvide alla ristampa dell’opuscoletto pubblicato nel 1915 in occasione delle solenni onoranze funebri per il giovane sottotenente fece apporre sulla casa natale del Morleo, in via V. Emanuele, una lapide marmorea a ricordo del giovane militare caduto e tentò ma invano (poiché irreperibili) di riportare nel paese natìo le spoglie mortali dello sfortunato giovane.

Oggi, a 100 anni dalla sua morte, quest’ulteriore omaggio forse il più commovente, il più toccante.

10-11-2015

 

allegati

100anni fa la fatidica data del 24 maggio 1915 segnava l’entrata in guerra dell’Italia.

100anni fa nei primissimi mesi di guerra Avetrana piangeva sette suoi valorosissimi figli caduti a servizio della patria combattendo con mirabile ardore patriottico:

  1. De Tommaso Vincenzo           1891-1915

  2. Marasco Francesco                1891-1915

  3. Marasco Vito                          1886-1915

  4. Morleo Mario                         1894-1915

  5. Nigro Angelo                           1890-1915

  6. Sammarco Leonardo               1893-1915

  7. Spagnolo Cosimo Celestino     1893-1915.

    Sono solo i primi di una lunga lista di nomi impressi sul monumento ai caduti e che riassume la tragedia di tante vite umane spezzate e delle loro famiglie. Quei soldati quasi tutti contadini (in qualche caso giovani studenti, come Mario Morleo   e Cesarino Palumbo, ai quali fu negato un radioso avvenire) strappati alla loro terra, ai loro affetti partirono per il fronte a morire per difendere la Patria offrendo ad essa un tributo di    valore inestimabile: la vita.

    Obbedienza,abnegazione, spirito di sacrificio, senso del dovere, amor patrio: questi gli ideali che hanno animato quei nostri concittadini che hanno trovato la morte nei due conflitti mondiali. A loro va il nostro doveroso omaggio, il nostro commosso plauso.  I più curiosi potranno scorrere la lunga serie dei caduti   in cui sono riportate cause e circostanze di morte nella Sez. "Omaggio agli eroi avetranesi"

28-10-2015

 

allegati

Il 23 e il 24 Ottobre 2015 a Vieste e San Giovanni Rotondo un evento imperdibile per tutti gli albergatori, per parlare degli Interventi di Efficientamento Energetico finanziabili da una ESCo.   Gli eventi, riservati ad un numero limitato di imprenditori turistici, sono organizzati da A.F.O.R.I.S. Impresa Sociale e S.E.A. srl  in collaborazione con il Club Emas Ecolabel Puglia, il Consorzio EDEN e con il patrocinio dei Comuni di Vieste e San Giovanni Rotondo e la Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Foggia: un’occasione per scoprire come efficientare e ridurre sensibilmente i consumi d’energia, conoscere gli strumenti E.S.Co. per finanziare interamente gli interventi,  avere informazioni su vantaggi delle certificazioni ambientali nel settore turistico.
                                             Vi Aspettiamo!

Gli interessati avranno, inoltre, la possibilità di  usufruire di una consulenza personalizzata e gratuita da parte di tecnici esperti degli enti organizzatori.

21-10-2015

 

allegati

21-10-2015

 

allegati

15-10-2015

 

allegati

14-10-2015

 

allegati

09-10-2015

 

allegati

07-10-2015

 

allegati

06-10-2015

 

allegati

05-10-2015

 

allegati

02-10-2015

 

allegati

02-10-2015

 

allegati

29-09-2015

 

allegati

23-09-2015

 

allegati

22-09-2015

 

VEDI SEZIONE BANDI

16-09-2015

 

allegati

08-09-2015

 

allegati

02-09-2015

 

02-09-2015

 

allegati

Da oggi il Comune di Avetrana si è dotato di due nuovi defibrillatori, strumenti che saranno di fondamentale aiuto per intervenire tempestivamente e contrastare così le morti improvvise causate da arresto cardiaco in special modo nell’ambito sportivo.

Nella mattinata di ieri 16 luglio, infatti,  l’Assistente Sociale, dr.ssa Rossana Saracino ha ritirato presso la Sede Istituzionale dell’ARES - Puglia a Bari,  due defibrillatori semiautomatici nell’ambito del Progetto Regionale “Deep Impact Puglia – Defibrillazione e Prevenzione della morte improvvisa con Accesso Territoriale in Puglia” sottoscrivendo il relativo verbale di consegna dove erano allegati naturalmente i certificati di  collaudo dei due preziosissimi strumenti.

 Il tutto è il risultato dell’adesione, avvenuta qualche tempo fa,  del comune di Avetrana al progetto “deep impact puglia” promosso dalla Regione, fortemente voluta dall’Ass.re alle Politiche Sociali Antonio Minò che ne ha seguito con grande impegno tutte le varie fasi. Nei prossimi giorni con apposita conferenza stampa i due apparecchi saranno pubblicamente presentati e messi ufficialmente a disposizione dei due impianti sportivi comunali, Palazzetto dello sport e Campo Sportivo. Oltre alla consegna dei due strumenti sanitari l’Ares –Puglia ha anche garantito la formazione gratuita dei Responsabili, ne verranno individuati 2 per ogni impianto, per il corretto utilizzo degli stessi.

17-07-2015

 

allegati

29-06-2015

 

allegati

15-06-2015

 

allegati

11-06-2015

 

allegati



A quasi 80 anni (1936) dal ritrovamento in località Chiepo Casanova/ Lupara, il  ricco  deposito monetale romano in argento più noto come Tesoretto,  (dietà Repubblicana  datato tra il 211 e il39 a.C.) è per così dire ritornato nel territorio di provenienza.  A suggellare l’evento l’elegantecornice della sala assembleare della BCC di Avetrana ove  ha avuto luogo la cerimonia di consegna delle copie di alcuni esemplari  del tesoretto di Avetrana” collocati in una teca (offerta dagli sponsor Dinoi e  Adriano), ora in mostra  temporanea, aperta al pubblico, in uno dei saloni della banca, in attesa che siano stabilmente sistemati, e accompagnati da apposita pannellistica esplicativa,  all’interno della mostra archeologica delcastello medioevale che già ospita altri interessanti reperti.  Artefici di questo ambizioso progetto l’Associazione ‘Terra della Vetrana”,  l’Amministrazione Comunale nella persona dell’Ass.re avv. Enzo Tarantino, la Soprintendenza per i Beni Archeologicidella Puglia che ha concesso la possibilità di riprodurre copie dei preziosi reperti numismatici, la BCC da sempre attenta agli eventi di spessore culturale che ha contribuito economicamente all’operazione  e il concittadino dott. Cosimo De Rinaldis Tecnico Restauratore della Soprintendenza (già in passato autore del  calco relativo a una sepoltura del neolitico rinvenuta in loc. La Marina) il quale ha eseguito in maniera certosina la riproduzione di 50 monete in argento. E il risultato è stato davvero sorprendente!  Alla cerimonia sono intervenuti oltre ai rappresentanti delle istituzioni locali (il Sindaco, ilpresidente della BCC dr. Pignatelli, la presidente dell’ Ass.ne “Terra dellaVetrana” Anna Pinto) il dott. Luigi La RoccaSoprintendente ai BB.CC. della Puglia che tra le altre cose ha preannunciato la prossima realizzazione della riproduzione degli esemplari delle Pintadere altrirarissimi reperti rinvenuti nella Grotta dell’Erba: operazione questa che vedrà ancora una volta impegnato il dott. De Rinaldis in una nuova affascinante avventura archeologica; per ultimo è intervenuto il prof. Giuseppe Libero Mangieri,Archeologo Direttore Coordinatore Responsabile del Servizio Centrale di Numismatica della Soprintendenza per i BB. AA. della Puglia, che insieme all’Archeologa dr.ssa Tatiana Montesardo si sono soffermati in maniera dettagliata su alcuni tra gli esemplari più interessanti della collezione. La dr.ssa Montesardo, infatti nel 2008, per incarico del Dipartimento di Beni Culturali – Università del Salento ne ha fatto oggetto di studio per il suo lavoro accademico e ha proceduto, per la prima volta e con un impegno meticoloso,  allo studio,  alla catalogazione  e all’inserimento entro database relazionale di immagini e schede scientifiche delle 1915 monete che costituiscono il ripostiglio monetale di Avetrana. I risultati di detto lavoro sono stati sinteticamente pubblicati sulla rivista "TARAS".   Al pubblico presente è stata distribuita gratuitamente copia del Catalogo Monetale curato dalla stessa associazione.


  




11-06-2015

 

allegati

14-05-2015

 

allegati


Comune di Avetrana

(Provincia di Taranto)

PER TUTTI I POSSESSORI DI ARMI

 

Armi: novità per la detenzione, serve il certificato medico

Entro il 4 maggio 2015 chi detiene armi deve presentare il certificato medico di idoneità psicofisica alla detenzione; in pratica lo stesso certificato richiesto per il rilascio del nulla osta all´acquisto, previsto dall´art. 35 del Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza.

Lo stabilisce il decreto legislativo n. 121 del 29 settembre 2013, entrato in vigore il 5 novembre, che ha introdotto diverse novità in tema di controlli per l´acquisizione e la detenzione di armi (bianche, da sparo o da fuoco).

La certificazione dovrà attestare che il richiedente non sia affetto da malattie mentali oppure patologie che ne diminuiscano, anche temporaneamente, la capacità di intendere e di volere ovvero non risulti assumere, anche occasionalmente, sostanze stupefacenti e psicotrope oppure abusare di alcol.

Il certificato medico in questione è rilasciato dal medico provinciale o dall´ufficiale sanitario (attualmente Asl) o da un medico militare.

Sono esentati dall´obbligo di presentazione coloro che nei sei anni antecedenti l´entrata in vigore del decreto, abbiano già consegnato il certificato al momento della richiesta di una licenza di porto d´armi o di un nulla osta all´acquisto di armi.

Le persone che entro la data di scadenza non avranno provveduto a consegnare il certificato agli uffici di Polizia o Carabinieri che avevano ricevuto le denunce di detenzione, riceveranno una diffida per la presentazione del certificato stesso. Se nei successivi 30 giorni la certificazione non sarà presentata, sarà avviato il procedimento finalizzato al divieto di detenzione.

Il richiedente, sottoponendosi agli accertamenti, è tenuto a presentare un certificato anamnestico, rilasciato dal medico di fiducia, di data non anteriore a tre mesi.

Il medico accertatore potrà richiedere, ove ritenuto necessario, ulteriori specifici esami o visite specialistiche, che saranno effettuati presso strutture pubbliche.

 

Sono obbligati tutti coloro possessori di nulla osta per la detenzione di armi antecedente all’anno 2008.

 

N.B.  IL NUOVO DECRETO LEGGISLATIVO 29 SETTEMBRE 2013 NR.121, ESCLUDE TUTTI  

           COLORO CHE HANNO IN CORSO DI VALIDITA’ IL PORTO DI FUCILE USO 

           CACCIA/SPORTIVO.

 DETTA DOCUMENTAZIONE SANITARIA DOVRA’ PERVENIRE AL COMANDO STAZIONE        CARABINIERI DI APPARTENENZA ENTRO IL 4 MAGGIO 2015. SEGUIRANNO I CONTROLLI

12-05-2015

 

allegati

08-05-2015

 

allegati

08-05-2015

 

allegati

Con Ordinanza n. 5/2015 del Commissario Delegato all’Emergenza connessa alla diffusione della Xilella Fastidiosa e’ stata disposta la ricognizione dei fabbisogni delle attività economiche e produttive. I titolari delle aziende agricole e/o di attività vivaistiche interessate possono produrre una specifica segnalazione utilizzando i modelli allegati all’Ordinanza C.D. n. 5/2015 (scheda A1 e scheda A2). Le segnalazioni suddette dovranno pervenire al Comune di Avetrana entro e non oltre il 13 maggio 2015 con le seguenti modalità: mediante presentazione diretta all’Ufficio Protocollo dell’Ente mediante posta elettronica certificata all’indirizzo protocollo.comune.avetrana@pec.rupar.puglia.it.

Per maggiori dettagli vedi gli allegati nella sezione "XYLELLA"

28-04-2015

 

allegati

02-04-2015

 

allegati

01-04-2015

 

allegati Tutti i comuni della provincia di Lecce (un’estensione di oltre 260mila ettari, comprendente non solo uliveti ma anche aree verdi, parchi, giardini, ville) rientrano nella zona infetta. In questa zona è annesso anche il focolaio di Brindisi, dove di recente ha fatto capolino il girovago batterio.
L’area dove sarà richiesto il maggiore sacrificio è quella di eradicazione, in cui saranno eliminate tutte le piante infette. Le ruspe entreranno in azione lungo una fascia che corre da est ed ovest del Tacco ed ampia ben 15 chilometri (in origine erano 2 ma l’Europa ha chiesto un sostanziale allargamento), che comprenderà un piccolo focolaio nel comune di Oria e tutti i terreni di ben 16 comuni leccesi: Arnesano, Campi, Carmiano, Copertino, Guagnano, Lecce, Leverano, Monteroni, Nardò, Novoli, Porto Cesareo, Salice Salentino, Squinzano, Surbo, Trepuzzi e Veglie.
Della zona cuscinetto, invece, fanno parte i comuni brindisini di Cellino San Marco, San Donaci, San Pancrazio Salentino, San Pietro Vernotico, Torchiarolo, Oria, Francavilla e i comuni tarantini di Avetrana e Manduria. In questa «zona» verranno realizzati tutti gli interventi agronomici e fitosanitari per mantenerla indenne da xylella. Delimitata infine la zona di profilassi, o «cordone fitosanitario»: un’ulteriore diga per prevenire l’avanzata a Nord del pestifero batterio. In questa zona rientrano i seguenti comuni: nel Brindisino, oltre al capoluogo, Erchie, Latiano, Mesagne, Torre Santa Susanna, ancora Oria e Francavilla Fontana; nel tarantino: Avetrana, Manduria, Maruggio, San Marzano, Sava e Torricella. Nel «cordone» verranno effettuati gli stessi interventi della zona cuscinetto.

21-03-2015

 

allegati

18-03-2015

 

allegati

16-03-2015

 

allegati

13-03-2015

 

09-03-2015

 

23-02-2015

 

03-02-2015

 

allegati

27-01-2015

 

allegati

16-01-2015

 

allegati

16-01-2015

 

30-12-2014

 

allegati

30-12-2014

 

allegati

29-12-2014

 

allegati

21-12-2014

 

19-12-2014

 

12-11-2014

 

allegati

11-11-2014

 

allegati

07-11-2014

 

allegati

04-11-2014

 

04-11-2014

 

allegati

03-11-2014

 

30-10-2014

 

allegati

22-10-2014

 

allegati

22-10-2014

 

14-10-2014

 

10-10-2014

 

08-10-2014

 

08-10-2014

 

allegati

07-10-2014

 

06-10-2014

 

allegati

03-10-2014

 

allegati

24-09-2014

 

12-09-2014

 

11-09-2014

 

11-09-2014

 

allegati

05-09-2014

 

19-08-2014

 

allegati

11-08-2014

 

06-08-2014

 

02-08-2014

 

01-08-2014

 

30-07-2014

 

allegati

24-07-2014

 

23-07-2014

 

16-07-2014

 

14-07-2014

 

08-07-2014

 

28-06-2014

 

allegati

20-06-2014

 

10-06-2014

 

allegati

Tutti insieme in piazza a protestare contro quest´opera che comprometterà irreversibilmente il futuro sviluppo economico di questo TERRITORIO

10-06-2014

 

allegati

09-06-2014

 

29-05-2014

 

allegati

30-04-2014

 

allegati

30-04-2014

 

allegati

Il governatore disse aBiagio: «Vuoi dunque sacrificare agli dèi, sì o no?». San Biagio rispose:«Povero cieco, tu non vedi la vera luce di Dio. Quale uomo, dopo averconosciuto il Dio vivente, va a sacrificare a idoli morti e a prostrarsidavanti a loro? Tu, uomo ottenebrato e iniquo, sappi che stai passando accantoal Dio vivente e che gli dèi che veneri non sono altro che pietre insensibili.Quanto a me, non ho paura delle minacce. Trattami come credi opportuno. lo ticonsegno il mio corpo; Dio disporrà della mia anima» (dagli Atti del martirio di san Biagio).


27-04-2014

 

allegati

La scelta della data del 25 aprile come “festa della Liberazione” (o come “anniversario della Liberazione d’Italia”) fu fatta poco meno di un anno dopo, il 22 aprile del 1946, quando il governo italiano provvisorio – il primo guidato da Alcide De Gasperi e l’ultimo del Regno d’Italia – stabilì con un decreto che il 25 aprile dovesse essere “festa nazionale”. La data fu fissata in modo definitivo con la legge n. 269 del maggio 1949, presentata da De Gasperi in Senato nel settembre 1948. Da allora, il 25 aprile è un giorno festivo, come le domeniche, il primo maggio, il giorno di Natale e da qualche anno la festa della Repubblica, che ricorre il 2 giugno. La guerra in Italia non finì il 25 aprile 1945, comunque: continuò ancora per qualche giorno, fino agli inizi di maggio.

25-04-2014

 

allegati

24-04-2014

 

24-04-2014

 

allegati

24-04-2014

 

allegati

22-04-2014

 

allegati

18-04-2014

 

allegati

28-03-2014

 

21-03-2014

 

allegati

20-03-2014

 

allegati

04-03-2014

 

allegati

26-02-2014

 

24-02-2014

 

allegati

17-02-2014

 

allegati

17-02-2014

 

allegati

31-01-2014

 

allegati

31-01-2014

 

allegati

30-01-2014

 

allegati

30-01-2014

 

allegati

24-01-2014

 

allegati

20-01-2014

 

allegati

20-01-2014

 

allegati

17-01-2014

 

10-12-2013

 

allegati

05-12-2013

 

allegati

 Nell’intento di favorire il più ampiocoinvolgimento dei soggetti interessati (associazioni dei consumatori e degliutenti che operano nel settore nonché associazioni o altre forme diorganizzazioni rappresentative di particolari interessi, soggetti che operanoper conto del Comune e/o che fruiscono delle attività e dei servizi prestatidall’Amministrazione), viene attivata una procedura aperta al fine di acquisireeventuali proposte e/o osservazioni, di cui l’Ente terrà conto ai fini dellaelaborazione del proprio Codice. Tutti i soggetti cui il presente Avviso èrivolto, sono invitati a trasmettere  - entro e non oltre il giorno30/11/2013 – il proprio contributo propositivo. Per meglio consentire l’apporto di contributi mirati, l’Amministrazionerende disponibile alla consultazione il testo di una ipotesi di Codice di comportamentodei dipendenti.

Il Segretario Comunale                                                                                  Dr.ssa Marilena Cavallo

21-11-2013

 

allegati

25-10-2013

 

allegati

24-10-2013

 

06-09-2013

 

22-08-2013

 

14-08-2013

 

14-08-2013

 

Oggetto: 

 

Avviso per la manifestazione di interesse relativo all’affidamento dell’incarico di progettazione preliminare, previa verifica statica degli elementi  anche non strutturali dell’edificio scolastico per la messa in sicurezza e la prevenzione  e riduzione del rischio sismico: “SCUOLA ELEMENTARE - MATERNA M. MORLEO” - Via Largo REGINA PACIS.

c.u.p. F63B12000610001                                                         CIG. N. Z84093CD8D

 

Oggetto: 

 

Avviso per la manifestazione di interesse relativo all’affidamento dell’incarico di progettazione esecutiva, coordinamento della sicurezza in fase di progettazione, previa verifica statica degli elementi anche non strutturali dell’edificio scolastico per la messa in sicurezza e la prevenzione e riduzione del rischio sismico, direzione lavori e coordinamento della sicurezza in fase di esecuzione: - SCUOLA MEDIA "V. BRIGANTI"- VIA KENNEDY.

C.U.P. N. F63B12000630001                                                                  CIG. N. 5054307215

 

Oggetto: 

 

Avviso per la manifestazione di interesse relativo all’affidamento dell’incarico di progettazione preliminare, previa verifica statica degli elementi  anche non strutturali dell’edificio scolastico per la messa in sicurezza e la prevenzione  e riduzione del rischio sismico: “SCUOLA materna   - Via Duca d’Aosta.-

c.u.p. F63B12000620001                                                                    CIG. N. Z520970856

 

AVVISO PUBBLICO

 

Si rende noto a quanti ne abbiano  interesse che  il giorno 10.07.2013, con inizio alle ore 10,00 nell’ordine sopra riportato,  ed  eventualmente con la continuazione  nei  successivi giorni di venerdì e mercoledì, si procederà alla verifica della documentazione richiesta ai concorrenti di ciascuna manifestazione d’interesse  degli interventi  in oggetto

 

Avetrana, 28/06/2013

IL  DIRIGENTE DEL SETTORE

(Ing. Emanuele ORLANDO)

02-07-2013

 

24-06-2013

 

 per bando disciplinare ecc. vedi  servizi on -line

14-06-2013

 

allegati  

COMUNE di AVETRANA

 

AVVISO PER LA MANIFESTAZIONE DI INTERESSE

 

relativo all’affidamento dell’incarico di progettazione esecutiva, coordinamento della sicurezza in fase di progettazione,  previa verifica statica degli elementi  anche non strutturali dell’edificio scolastico per la messa in sicurezza e la prevenzione  e riduzione del rischio sismico, direzione lavori e coordinamento della sicurezza in fase di esecuzione:

 

- SCUOLA MEDIA "V. BRIGANTI"- VIA KENNEDY.

C.U.P. N. F63B12000630001         CIG. N. 5054307215

 

AVVISO PER LA MANIFESTAZIONE DI INTERESSE

 

relativo all’affidamento dell’incarico di progettazione esecutiva, coordinamento della sicurezza in fase di progettazione,  previa verifica statica degli elementi  anche non strutturali dell’edificio scolastico per la messa in sicurezza e la prevenzione  e riduzione del rischio sismico, direzione lavori e coordinamento della sicurezza in fase di esecuzione:

 

- SCUOLA MATERNA VIA DUCA D’AOSTA -

C.U.P. N. F63B12000620001         CIG. N. Z520970856

 

si avvisa che le operazioni di apertura dei plichi afferenti la manifestazione d’interesse relativo alla scuola briganti  sopra riportata, già  avviata in seduta pubblica in data 15/05/2013, riprenderà il giorno 22/05/2013 con inizio alle ore 10,00. e proseguiranno fino al completamento  anche di quella afferente la scuola materna nei giorni di venerdì e mercoledì di ciascuna settimana. 

 

 

Avetrana, lì 17/05/2013

 

 

 

 

17-05-2013

 

allegati vedi  indicazione servizi on - line - bandi 

03-05-2013

 

allegati

VITA DI S. BIAGIO

BIAGIO, vescovo di Sebaste in Armenia, secondo le diverse tradizioni, sarebbe morto martire sotto Diocleziano o sotto Licinio (307-323). Scoppiata la persecuzione, Biagio si allontanò dalla sua sede vescovile e andò a vivere in una caverna, dove guariva con un segno di croce gli animali ammalati. Scoperto da alcuni cacciatori in mezzo a un branco di bestie e denunziato al magistrato, venne catturato e rinchiuso in prigione, dove riceveva e sanava gli ammalati.  Un giorno si recò da lui una donna , il cui figlio era sul punto di morire, essendoglisi conficcata in gola una lisca di pesce. La benedizione del santo lo risanò immediatamente.  Fra tanti altri miracoli, operati anche durante le torture, merita particolare ricordo quello della vedova, alla quale un lupo aveva portato via un maialino. La donna, riavuta la sua bestia, in segno di riconoscenza portò dei cibi e delle candele al santo che, commosso, le disse: « Offri ogni anno una candela alla chiesa che sarà innalzata al mio nome ed avrai molto bene e nulla ti mancherà».  S. Biagio subì la decapitazione. TI suo culto è uno dei più diffusi sia in Oriente che in Occidente. Numerose le chiese e i luoghi sacri a lui dedicati in ogni parte del mondo cristiano.

26-04-2013

 

23-04-2013

 

allegati In attesa dei solenni festeggiamenti del Santo martire di Sebaste, nei gg.  28/29 aprile, l´Associazione "Terra della Vetrana" ha organizzato un convegno, che  si terrà domenica 21 aprile 2013  alle ore 20,00  nella suggestiva cornice della Chiesa "S.Giovanni Battista", dal titolo:
"SAN BIAGIO UN SANTO TAUMATURGO  DELLA PUGLIA
E DELL´ARMENIA: CULTO E
ICONOGRAFIA DI SAN BIAGIO
DI SEBASTE."
Interverranno:
Prof. Nicola Morrone - (Società di Storia Patria per la Puglia)
Dott.ssa Angela Greco - (Operatrice Culturale - Profilo Greco)

18-04-2013

 

allegati

15-04-2013

 

allegati

10-04-2013

 

allegati

10-04-2013

 

10-04-2013

 

08-04-2013

 

allegati

http://www.provincia.taranto.it/img/stemma_provincia.gif
PROVINCIA DI TARANTO
A.T.C. TARANTO

Avvisso Pubblico d´invito all´Assemblea Pubblica di zona A.T.C. Taranto per il giorno 04/04/2013 alle ore 17,00.

02-04-2013

 

02-04-2013

 

allegati

21-03-2013

 

allegati

21-03-2013

 

28-02-2013

 

allegati

26-02-2013

 

allegati

26-02-2013

 

allegati

20-02-2013

 

15-02-2013

 

allegati

03-02-2013

 

00-00-0000

 

00-00-0000

 

00-00-0000